Vertice teso tra la dirigenza di Whirlpool e il ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli. La società ha infatti ribadito la volontà di riconvertire e di cedere il sito di via Argine a Napoli, nonostante il nuovo titolare del MISE aveva riunito i vertici della multinazionale statunitense proprio per cercare di convincerli a continuare la produzione di lavatrici nel capoluogo campano.