Continua la mobilitazione degli operai e degli impiegati della Whirlpool dopo l’annuncio della cessione del ramo d’azienda e la riconversione dell’impianto di via Argine.

Un secco no a quanto deciso dalla società multinazionale e la prosecuzione della protesta.