Un corteo che dalla stazione di Napoli Mergellina è arrivato fino al consolato degli Stati Uniti d’America, organizzato da operai e dipendenti dello stabilimento Whirlpool di via Argine, nel giorno in cui in tutti gli impianti italiani della nazionale statunitense è stato indetto uno sciopero di otto ore in solidarietà ai colleghi di Napoli. I manifestanti hanno sfilato per il lungomare cittadino e hanno poi chiesto un incontro con il console americano Mary Avery, per cercare un intervento dei vertici politici degli USA nei confronti della dirigenza di Whirlpool.