Dopo l’indagine della Dda di Napoli di otto anni fa su presunti appalti pilotati dal clan dei Casalesi, nel Comune-cerniera fra Casal di Principe e Castelvolturno, il sindaco di Villa Literno, Nicola Tamburrino, è stato arrestato dai carabinieri. La Procura della Repubblica di Napoli Nord accusa il primo cittadino di corruzione e falso ideologico in atti pubblici. Tamburrino è finito agli arresti domiciliari con l’ex responsabile dell’ufficio tecnico del Comune di Villa Literno, oggi funzionario nel vicino Comune di Frignano, Giuseppe D’Ausilio, e due imprenditori.