NEW YORK – Il cielo che d’improvviso si fa blu neon, veri e propri fulmini che rovesciano le leggi della fisica e che dal basso si scagliano verso l’alto, la città che impazzisce di sirene.

Sono da poco passate le nove di sera quando New York, di colpo, veste i panni di una scenografia hollywoodiana in una sorta di aurora boreale che tiene tutti col naso all’insù.

La causa, accertata soltanto dopo, è un’esplosione avvenuta in una centrale elettrica di Astoria, nel Queens.

Le sensazioni di chi (come il sottoscritto) era incollato alla finestra sono molteplici e si accavallano senza ragioni, senza spiegazioni e senza sosta.

E si riversano sui social.