Un momento di preghiera ecumenica, che ha coinvolto la gran parte delle confessioni religiose presenti a Napoli, alla presenza dei cosiddetti amici, le persone che sono più vicine, alla Fondazione di Comunità San Gennaro nelle sue molteplici espressioni. Questo l’evento vissuto per la riapertura, dopo il lockdown contro il covid-19, delle catacombe di San Gennaro, nuovamente fruibili dal 26 giugno. Una rinascita dal fulcro della terra, proprio come nella teologia cristiana che nella morte vede la porta della vita eterna, e che nelle catacombe ebbe per diversi secoli espressioni di culto e di devozione. Tutto pronto quindi per le decine di lavoratori della Cooperativa La Paranza, responsabili della fruizione del bene. Ascoltiamo padre Antonio Loffredo, parroco della Basilica di Santa Maria della Sanità e direttore delle catacombe di San Gennaro.