Una “panchina rossa” in memoria di Norina Matuozzo, uccisa a colpi di pistola il 2 marzo 2019 a Melito nel parco di via Papa Giovanni XXIII dal marito, Salvatore Tamburrino, pregiudicato 42enne. Proprio nel cortile del palazzo che fu teatro della tragedia di Norina e dei suoi due bambini, la famiglia della giovane si è fatta promotrice dell’iniziativa a cui, ha preso parte anche il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. Una vittima dimenticata, perchè il suo sacrificio, portò, nello stesso giorno, l’arresto del super latitante Marco Di Lauro. La panchina rossa rappresenta non solo un segno di dolore per chi non c’è più, ma deve diventare anche un segno di speranza e di lotta contro la violenza sulle donne.