La Guardia di finanza sta eseguendo un decreto di sequestro nei confronti del presidente della Sampdoria Massimo Ferrero.
I reati ipotizzati, a vario titolo, sono appropriazione indebita, truffa, emissione e utilizzo di fatture false, autoriciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita.
Il sequestro, messo dal Gip del Tribunale di Roma, ha riguardato beni e disponibilità finanziarie per 2,6 milioni di euro. Il provvedimento è scattato anche nei confronti della Sampdoria, per un importo di circa 200 mila euro, e un immobile di pregio a Firenze.