Ennesima lite familiare sfociata in tragedia. È successo a Marano, dove un uomo di 45 anni, Antonio Capuozzo, di professione meccanico, è stato ammazzato nella notte scorsa con almeno 5 coltellate dirette al torace. A colpirlo è stato il fratello, Castrese Capuozzo, di 49 anni, autista di bus turistici, già noto alle forze dell’ordine.

I carabinieri della compagnia di Marano hanno arrestato il 49enne. L’uomo, per altro, è rimasto ferito al capo verosimilmente a causa di un colpo sferrato dal fratello con un bastone di ferro, forse in un tentativo di reazione.
È stato trasportato all’ospedale di Pozzuoli per la medicazione della ferita lacero contusa alla testa e dimesso con una prognosi di 8 giorni. I militari hanno ritrovato l’arma del delitto, un coltello a serramanico con lama di circa 10 centimetri, sottoponendola a sequestro. L’arrestato è stato condotto in carcere e la salma trasportata al Secondo Policlinico di Napoli per l’esame autoptico ma le indagini proseguono per delineare esattamente il movente dell’omicidio, verosimilmente un dissidio di natura economica, e la dinamica.
Presente al litigio anche la moglie della vittima, che ha chiamato il 118 e il 112. All’arrivo dei medici, però, non c’era più nulla da fare.