Timber by EMSIEN-3 LTD
Tags Posts tagged with "ricerca"

ricerca

by -
259

La presentazione si terrà lunedì 29 gennaio alle 9 a Napoli nella sala conferenze del Cnr-Iriss

NAPOLI – Lunedì prossimo, 29 gennaio alle ore 9,00, nella sala conferenze del Cnr-Iriss si terrà la presentazione del progetto “Clic” (modelli circolari per attrarre investimenti nel “riuso” del patrimonio culturale) finanziato nell’ambito del programma europeo “Horizon 2020” e coordinato dall’Istituto di Ricerca su Innovazione e Servizi per lo Sviluppo del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Il progetto “Clic” si inserisce nel quadro delle attività di ricerca scientifica su modelli innovativi di finanziamento, di business e di governance in grado di promuovere e abilitare il riuso del patrimonio culturale nelle città e nei paesaggi culturali europei, nella prospettiva dell’economia circolare come modello di sviluppo sostenibile.

L’obiettivo è attrarre nuovi investimenti sostenibili dal punto di vista economico-finanziario per il recupero funzionale degli immobili e dei paesaggi in abbandono, in grado di generare impatti positivi sul piano sociale e ambientale, aumentare l’occupazione e promuovere la crescita culturale nei territori dei partner attraverso modelli di partenariato misti pubblico-privato-sociale e modelli specifici di governance, finanziamento e business per il riuso funzionale del patrimonio culturale.

All’incontro interverranno Alfonso Morvillo (direttore Cnr-Iriss); Ugo Guarnacci (Commissione Europea – Agenzia esecutiva per le piccole e medie imprese, “Horizon 2020” Ambiente e risorse – consulente del progetto “Clic”); Gianni Bonazzi (direttore Servizio Coordinamento e Studi, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo); Fulvio Bonavitacola (vicepresidente e assessorato all’Ambiente e all’Urbanistica della Regione Campania); Gilberto Corbellini (direttore del dipartimento Scienze Umane e Sociali, Patrimonio Culturale del Cnr); Luigi Fusco Girard (responsabile scientifico del Progetto Cnr-Iriss); Adriano Giannola (presidente Svimez); Giacinto Palladino (Consigliere Banca Etica); Salvatore Fratellanza (presidente del Comitato di gestione Arciconfraternite commissariate della Diocesi di Napoli); Pierpaolo Forte (Comitato Direttivo Federculture); Pietro Spirito (presidente dell’Autorità Portuale del Tirreno centrale); Massimiano Tellini (Gruppo Intesa Sanpaolo Chief Innovation Officer Area, Head Circular Economy Project); Gennaro Tesone (Venture Partner per il Centro Sud, Digital Magics); Domenico Tuccillo (presidente dell’Anci Campania); Pasquale Persico, professore Ordinario di Economia Politica, Cnr-Iriss).

Dall’Istituto  Tigem di Pozzuoli arriva un’importante scoperta in campo oncologico effettuata dal gruppo di ricerca guidato da Andrea Ballabio direttore dell’Istituto e professore ordinario di Genetica Medica all’Università Federico II di Napoli. La ricerca svolta in collaborazione con l’Istituto Europeo di oncologia, riguarda la descrizione di un meccanismo biologico la cui inibizione porta al blocco della crescita delle cellule tumorali.  La scoperta si basa sullo studio dei lisosomi dei piccoli organelli che si trovano all’interno delle nostre cellule, coinvolti in un ampio gruppo di malattie genetiche rare. Gli scienziati del Tigem hanno confermato che i lisosomi funzionano come veri e propri termovalorizzatori, ricavando energia da molecole che ormai non servono più. Lo studio dimostra che proprio l’inceppamento di questo meccanismo porta alla replicazione e alla crescita delle cellule tumorali, come nel caso dei melanomi e dei tumori del rene e del pancreas. I ricercatori del Tigem anno quindi dimostrato che l’inibizione di questo meccanismo blocca la crescita tumorale, suggerendo così una nuova strategia per la terapia dei tumori.

 

L’Adi e l’Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori di Napoli e Provincia hanno dato vita a un progetto di ricerca e networking della durata di tre anni, sui temi del design per la sicurezza alimentare nel Mediterraneo: ‘Food Design and Food Security’, un’iniziativa che non si rivolge solo ai designer e agli accademici, ma intende coinvolgere direttamente anche produttori, policy maker e istituzioni. La conferenza di Napoli è stata dedicata proprio alla definizione delle linee guida del progetto triennale. Tre i tavoli di lavoro: ‘Una vision di progetto, da Napoli al Mediterraneo: il food design del territorio, il food design per il territorio, il food design con il territorio’; ‘La mission del progetto: il food design come strumento per la food security’; ‘Gli strumenti di dissemination e di engagement: Il design per il networking: i ruoli e i gruppi di azione’. L’incontro fa seguito alla prima Conferenza europea sul food design, organizzata dall’Adi a Milano nell’ottobre del 2015 in occasione dell’Expo: ora il dialogo sul progetto agroalimentare si amplia dall’Italia ai paesi dell’area euro-mediterranea con la partecipazione di rappresentanti di molti paesi, tra i quali hanno confermato Israele, Libano, Iran, Egitto, Francia, oltre all’Italia.

by -
389

Verranno illustrate le idee selezionate durante il programma di accelerazione 99 Fahrenheit

Ancora una volta Napoli al centro dell’attenzione per quanto riguarda la straordinaria vitalità delle iniziative legate all’innovazione tecnologica. giovedì 27 ottobre presso lo spazio di coworking re.work alle ore 17.30 saranno presentate le 2 idee selezionate durante il programma di accelerazione 99 Fahrenheit nell’ambito ICT, IOT e Automation, con particolare attenzione allo sviluppo mobile e alle tecniche di localizzazione tramite bluetooth.  Un evento che vedrà la partecipazione di esperti del settore, promotori del programma e cocktail di networking.
99 Fahrenheit è un programma di business acceleration che struttura nuove idee imprenditoriali nell’ambito della progettazione elettronica e dello sviluppo software.
Dopo 8 settimane durante le quali ricercatori, professionisti ed imprenditori hanno formato ed accompagnato i giovani innovatori nello sviluppo della propria idea, il programma è arrivato alla sua conclusione: la fase di selezione delle migliori tra le idee imprenditoriale cresciute e sviluppatesi al suo interno.
Il programma è stato promosso da Beelab, centro di competenza per la ricerca, la prototipazione e la realizzazione di sistemi innovativi per il mercato dell’Internet of Things, ed è stato cofinanziato nell’ambito del Programma “Azioni di Marketing territoriale” PAC III DGR 497/2013” promosso da Sviluppo Campania, all’interno di una misura dedicata a “Campania In.Hub”, con l’obiettivo di rafforzare l’Ecosistema Regionale per la creazione di impresa.
Nel corso dell’evento sono previsti gli interventi di Carmelo Mirabile, fondatore di Beelab e Responsabile di R&S, che presenterà il progetto 99 Fahrenheit, con i suoi risultati, idee e prospettive, e  Valentina Casola, professore associato presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Tecnologie dell’Informazione dell’Università di Napoli Federico II, che illustrerà le nuove opportunità derivanti dall’uso delle tecnologie mobili e la possibilità di realizzare servizi intelligenti basati sulla posizione.
Infine, saranno presentate ed illustrate le 2 migliori idee imprenditoriali cresciute e sviluppate all’interno del programma.
L’ingresso è completamente gratuito, ma la registrazione è obbligatoria. Il link completo all’evento https://www.eventbrite.com/e/sviluppo-mobile-e-tecniche-di-localizzazione-tramite-bluetooth-nuove-idee-imprenditoriali-vincenti-tickets-28683077858.
lo short link http://bit.ly/27ottobre-rework.

ULTIME NOTIZIE