La stagione poteva chiudersi in bellezza, ma così non è stato. Di certo salutare i tifosi con una sconfitta non è il massimo per il Napoli. Ma erano gli ultimi novanta minuti di un campionato già scritto da mesi e mesi, e dopo aver giocato una gara divertente, a viso aperto e senza troppi pensieri per la testa, gli azzurri si sono arresi davanti a un Bologna che semplicemente ha voluto di più quei tre punti, per salutare il pubblico di casa con il sorriso.

La sconfitta non ha poi un grosso peso anche perché si possono tirare le somme di una prima stagione positiva sotto la guida tecnica di Carlo Ancelotti. E, soprattutto, iniziare a gettare le basi per il prossimo anno.

Già si ragiona in ottica calciomercato, con il primo obiettivo di trattenere i pezzi pregiati, come ha detto lo stesso allenatore del Napoli quando in conferenza stampa ha annunciato la presenza in rosa, per la prossima stagione, di Koulibaly.

Intanto i tifosi possono sognare, stuzzicarsi la fantasia con i nomi in entrata e immaginare il Napoli che verrà.