Sofia De Curtis presenta il suo “Diario di una piccola vrenzola”. Ilary Caccavella, “vrenzola” quattordicenne napoletana, vive in un quartiere popolare la sua vita da adolescente, fatta di primi amori travagliati, uscite con le amiche e le immancabili discussioni in famiglia. Ilary, però, è una vrenzola atipica, perché ne utilizza il linguaggio, ma allo stesso tempo non vuole omologarsi alle sue coetanee, decisa a costruirsi un futuro andando all’Istituto “Abbegghiero” per coronare il sogno di diventare una “Masta Scef”. In un diario segreto confida le proprie emozioni, una vera e propria cura dall’effetto catartico, o come dice lei, dall’effetto catarro”.