25 chili di polvere nera oltre a inneschi, scatole e carta da imballaggio sono stati sequestrati dai carabinieri del nucleo artificieri del comando provinciale di Napoli. Il quantitativo avrebbe potuto radere al suolo un intero quartiere. I militari hanno messo in sicurezza l’area e fatto brillare il materiale esplodente lungo il litorale di Castel Volturno. Vincenzo Lanni, già noto alle forze dell’ordine, è stato tratto in arresto: dovrà rispondere di detenzione e fabbricazione di materie esplodente di tipo deflagrante; dopo le formalità è stato tradotto al carcere di Santa Maria Capua Vetere