Settimana intensa di operazioni poste in essere dalla Polizia Locale di Sant’Antimo diretta dal Comandante Colonnello Antonio Piricelli. Numerose le attività di controllo e monitoraggio del territorio finalizzate a reprimere e contrastare vari fenomeni di illegalità. Dopo i sequestri eseguiti nei giorni scorsi di 2 (due) carrozzerie abusive, operanti da anni e prive di autorizzazioni all’emissione in atmosfera, allo scarico delle acque reflue e allo smaltimento dei rifiuti senza registri di carico e scarico, gli Agenti della Polizia Locale diretti personalmente dal Comandante Piricelli nel proseguire i controlli nella vasta zona a confine tra i Comuni di Sant’Antimo e Cesa hanno posto sotto sequestro di Polizia Giudiziaria 3 capannoni e locali coperti adibiti ad attività di falegnameria, fabbro e meccanico, due capannoni coperti adibiti a ricovero veicoli ed attrezzature varie, 40 box coperti di circa 20-25 mq ciascuno, il tutto realizzato in modo abusivo e senza le dovute autorizzazioni per una copertura totale di circa 3000 mq. All’interno dei locali trovati rifiuti di vario genere anche speciali ed all’esterno quantitativi di pneumatici.