[vc_row][vc_column][vc_column_text]

E’ di Maria Migliore, 30 anni, originaria di Latina, il corpo carbonizzato trovato all’ interno di un’auto andata a fuoco nella notte nella periferia di Sant’ Antimo. A dare l’ allarme era stata una telefonata anonima ai Carabinieri che avvisava di un’auto in fiamme nei pressi dell’ isola ecologica di Via Toriello Separiello. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, si concentrano sull’ ambito familiare della vittima: sarebbero coinvolti tre persone appartenenti alla famiglia della donna, due dei quali sono adesso in stato di fermo. Sembra concretizzarsi il movente della vendetta per uno sgarro nell’ambito del traffico di stupefacenti.

[/vc_column_text][vc_column_text]

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]