Sono state eseguite nella mattinata dagli agenti della sezione anticorruzione della Squadra Mobile di Napoli, sei ordinanze di applicazione della misura degli arresti domiciliari, emesse dal Gip del capoluogo campano, per altrettanti funzionari e dirigenti del Comune di S.Giorgio a Cremano. Le accuse sono di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e alla turbativa d’asta. Le indagini, coordinate dalla Procura di Napoli si sono concentrate sull’esistenza di un sistema organizzato all’interno degli uffici Infrastrutture dell’ente finalizzato a favorire l’aggiudicazione degli appalti ad alcune ditte integrate in tale sistema. La misura cautelare e’ stata applicata anche ai titolari delle due ditte beneficiarie degli appalti