Sarò in provincia di Napoli venerdì pomeriggio, prima ad Afragola e poi proprio a Napoli. Sono in contatto con Questura e Prefettura e sarò entro 48 ore sul posto, poichè non ho il dono dell’ubiquità”. Così il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha commentato, dalla Prefettura di Cagliari dove ha presieduto il Comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico, il grave episodio che ha scosso nella notte la città di Napoli, con la bomba esplosa davanti all’ingresso della nota pizzeria di Gino Sorbillo in via dei Tribunali.

In mattinata il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, commentando l’accaduto, aveva invocato l’arrivo in città di rinforzi delle forze dell’ordine, chiamando in causa proprio il numero uno del Viminale.

La risposta di Salvini non si è fatta attendere: “In questa manovra economica approvata quindici giorni fa ci sono circa 400 milioni di euro per assunzioni delle forze dell’ordine. Nel 2019 ci sono i tempi tecnici per lo scorrimento delle graduatorie, per i concorsi, per la formazione e per l’arrivo in strada. Questo valga per il Sindaco di Napoli, come per il Sindaco di Roma e qualsiasi altro sindaco. Sono contento di essere riuscito a fare in sei mesi quello che altri non sono riusciti a fare in sei anni. Oltretutto a Napoli in questa manovra economica ci sono i soldi per assumere 100 uomini della polizia locale in più ed è un unicum in tutta Italia. Il sindaco o non se n’è accorto o è impegnato a regalare documenti a chi non ne ha titolo. A Napoli mi sembra che ci siano un po’ di problemi di cui il sindaco si dovrebbe occupare, oltre che far politica”.