Nonostante l’apertura straordinaria del tritovagliatore di Caivano e il recupero di gran parte delle giacenze in strada intorno a domenica, continuano le segnalazioni dei cittadini di Napoli in merito al permanere, per molto tempo, dei rifiuti in strada. Una mini emergenza, potrebbe essere definita, provocata da alcuni ritardi strutturali, da alcune contingenze e dalla diseducazione ambientale di qualcuno. Per ovviare al problema vi è stato anche un incontro tra l’assessore all’ambiente Raffaele del Giudice, comune di Napoli, e il vicepresidente della giunta campana con analoga delega, Fulvio Bonavitacola. Tra le richieste del capoluogo campano l’aumento dei flussi di conferimento, da 900 a 1200 tonnellate negli stir e una riorganizzazione di alcuni impianti per velocizzare le operazioni di consegna. Un incontro proficuo secondo quanto dichiarato da Del Giudice. Intanto a creare alcuni problemi di raccolta potrebbero essere anche le luminarie natalizie in quanto, in alcune parti della città, esse potrebbero ostacolare le operazioni degli autocompattatori forniti di bracci laterali.