Il clan dei casalesi taglieggiava i commercianti della zona dell’Agro aversano chiedendo un piccolo contributo per le festività natalizie per le famiglie dei detenuti. In tanti, in questo periodo, sono stati costretti a cedere alle richieste e a versare, in occasione delle canoniche festività, denaro ed altre utilità.
I Carabinieri di Aversa, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia partenopea, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 9 affiliati al clan dei Casalesi fazione Bidognetti.
Gli indagati sono ritenuti responsabili di associazione di tipo mafioso ed estorsione. L’indagine ha consentito di far luce sulla commissione di numerose estorsioni ai danni di commercianti e imprenditori dell’agro aversano.