Al centro ci sono i passi di danza di Pina Bausch e il teatro sociale. La rassegna Quartieri di vita, il festival diretto da Ruggero Cappuccio, realizzato con il sostegno della Regione Campania dalla Fondazione Campania dei Festival, presieduta da Alessandro Barbano punta ancora una volta sulla formazione e sulla promozione dell’arte in tutte le sue forme. Fino al 6 gennaio, presso il Museo Madre ci sarà una videoistallazione sul Tanztheater di Pina Bausch, a dieci anni dalla scomparsa e fino al 5 gennaio per i visitatori sarà possibile partecipare a un mini-workshop condotto dalla coreografa Marigia Maggipinto.