Parole che si commentano da sole quelle di Sergio Vessicchio telecronista di Agropoli conosciuto ai più proprio per questo tipo di esternazioni vergognose e prive di ogni fondamento che ledono l’immagine e la professionalità dell’assistente Annalisa Moccia. Durante la telecronaca del match tra Agropoli e Sant’Agnello, il popolo del web e non solo si è indignato per quelle frasi senza senso o meglio, cariche di odio, sessismo che hanno riaperto una ferita profonda per la nostra società e sulla condizione della donna soprattutto in ambito sportivo. Questa volta, il consiglio di disciplina dell’ordine dei giornalisti della Campania ha preso provvedimenti procedendo immediatamente alla sospensione di Vessicchio. Secondo quanto previsto dalla legge in materia, poiché è scattata la recidiva, il Consiglio di disciplina può infliggere provvedimenti anche più duri ma per legge occorrono da 90 a 120 giorni. Solidarietà ad Annalisa Moccia è arrivata anche dal Comitato Regionale della Lega nazionale Dilettanti. Ma Vessicchio non sembra aver intenzione di redimersi….