Giornata di protesta per i lavoratori del settore edile che hanno protestato in 100 piazze italiane per chiedere al Governo di intervenire con scelte chiare e misure concrete che riportino il settore al centro della politica, rilanciando così la competitività e la produttività in tutta Italia. A spiegare le motivazioni della protesta attraverso una nota unitaria sono stati i segretari generali di FenealUil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil, Vito Panzarella, Franco Turri, Alessandro Genovesi:“Un’occasione per illustrare le nostre proposte a partire dall’urgenza di attivare una vera politica industriale per i settori dell’edilizia e dei materiali da costruzione, indispensabile a dare risposte definitive alla crisi nel settore”.