Una corsa in auto, con due utilitarie, tra le stradine strette di Pozzuoli è costata la vita a un operatore ecologico di sessantadue anni. Grazie alle telecamere di videosorveglianza di tutta la cittadina flegrea, i carabinieri hanno arrestato uno dei due ventunenni. Si tratta di quello alla guida di una cinquecento, auto del nonno, che ha colpito in pieno il lavoratore, Alfonso Campochiaro, che sul motorino stava andando a prendere un traghetto per Procida. L’altro ragazzo è indagato in stato di libertà. La ricostruzione della gara è stata resta possibile grazie alle varie telecamere cittadine. I due iniziano in una piazza la loro sfida. Dopo qualche curva un primo incidente evitato, dopo un rettilineo il tragico scontro. Secondo i periti la macchina ha colpito il due ruote a una velocità non inferiore ai 100 chilometri all’ora.