E’ stato il chitarrista Lionel Loueke, con uno straordinario live acustico con Special guest il sassofonista napoletano Daniele Sepe, ad aprire con una particolarissima e suggestiva anteprima sul Vesuvio, la XXV edizione del Pomigliano Jazz Festival. Anche quest’anno l’immancabile concerto a quota 1200 metri sul Cratere del Vesuvio al tramonto. Un’edizione particolare, senza pubblico, ma si potrà seguire, sulla pagina Pomigliano Jazz, grazie al contributo di Scabec, Regione Campania, Itinera e Repubblica Napoli come spiega il direttore artistico Onofrio Piccolo. In questa speciale giornata che ha anticipato l’inizio del Pomigliano Jazz Festival, Lionel Loueke ha presentato i brani del suo nuovo album HH dedicato al suo mentore Herbie Hancock, che uscirà il prossimo 16 ottobre per l’etichetta britannica, Edition Records. Il festival, programmato e finanziato dalla Regione Campania e dal MiBACT, è organizzato dalla Fondazione Pomigliano Jazz con Scabec, ed in partenariato con l’Ente Parco Nazionale del Vesuvio ed i comuni di Pomigliano d’Arco, Avella e Terzigno. Ascoltiamo Agostino Casillo presidente Parco Nazionale del Vesuvio.