La nuova piazza è pronta, o quasi. Quindici anni dopo. La nuova Agorà della città, quella che il presidente della Metropolitana Ennio Cascetta chiama la nuova Cartolina di Napoli, sarà pronta entro luglio. Piazza Garibaldi cambierà completamente il suo volto passando, nei progetti comunali, da area di degrado e di abbandono al nuovo spazio culturale della città, tra parco urbano, wifi gratuito e un teatro a cielo aperto da 2500 posti.
Il primo obiettivo per riportare alla normalità la piazza, che per anni è stata la vergogna dei napoletani e non certo un motivo d’orgoglio, è assicurare decoro e sicurezza. Nel progetto dell’architetto Dominique Perrault c’è l’installazione di 130 alberi, 200 cespugli, prato sul gran parte del marciapiede destro, uscendo dalla stazione, panchine e tanto altro ancora. Un disegno bellissimo quello della nuova piazza Garibaldi, ma per realizzarlo non basterà solo ultimare i lavori, occorrerà riqualificare anche l’ambiente circostante, per troppi anni abbandonato a se stesso.