Il Sud tra occasioni perse e opportunità ancora tutte da sviluppare. Questo il tema al centro del dibattito “Peccati e Peccatori” organizzato a Palazzo Alabardieri a Napoli dall’Associazione Nord e Sud e dal Centro Studi Pensiero Liberale. L’incontro diventa dunque l’occasione per iniziare a ricostruire una rete con le imprese, il mondo del lavoro e la società civile. Quindi occorre una strategia politica nuova per il Meridione, una che non lo lasci tagliato fuori dallo sviluppo del resto d’Italia, soprattutto una politica nazionale che non sia divisiva per il Paese. Lo ha detto l’esponente di Forza Italia Severino Nappi. Durante il dibattito si rafforza l’idea che il Mezzogiorno italiano avrebbe potenzialmente anche delle buone prospettive davanti a sé, ma i governi troppo spesso hanno trascurato questa fetta di territorio. “Negli ultimi dieci anni – dice l’economista Carlo Cottarelli – è andata male l’economia italiana. Ma è andata ancora peggio quella del Sud Italia”.