Si torna a sparare nel centro della citta’. A cadere sotto i colpi dei killer, sabato pomeriggio, in Piazza Sanita’. Pietro Esposito, capo dell’ omonimo clan del Rione. A gennaio, primo morto dell’ anno in questa lunga scia di sangue, venne ucciso suo figlio, Ciro, ventenne Nel raid di sabato e’ rimasto ferito anche un dipendente di un pub, Giovanni Catena, raggiunto da un proiettile vagante mentre era uscito a gettare l’ immondizia. Gli inquirenti, che indagano sul caso, sembrano adesso orientati a collegare l’ omicidio di  Esposito a propaggini del clan Lo Russo di Miano attive nel quartiere Sanita’. In un primo momento si era pensato che a decretare la fine del boss fosse stato un ordine partito da Forcella, come colpo di coda delle forze criminali ancora attive nel quartiere e collegate all’asse Giuliano-Sibillo-Amirante-Brunetti.