Una “sorella” della terra. non in tutto e per tutto, ma che potrebbe ospitare la vita. Si tratta del pianeta TOI 700d, il cui studio è frutto di un team internazionale al quale hanno preso parte il professor Giovanni Covone dell’Università Federico II, e lo studente magistrale Luca Cacciapuoti, di appena 22 anni. Ecco la sensazionale scoperta spiegata dal professor Covone.