Nel 1983 Raymond Carver scrive A Small Good Thing, In esso, come in tutta la sua opera, intrappola i suoi personaggi in una fotografia sfocata, tagliando dei pezzi delle loro vite e restituendole incomplete a chi legge. Quella di Carver è una scrittura interna, visuale, intima.
 
Portare un racconto come questo in scena significa tirare fuori gli aspetti più intimi di un personaggio/attore, ed è proprio ciò che accade in “Una cosa piccola ma buona”, tenutosi nell’ambito del #NapoliTeatroFestivalItalia nel Giardino Romantico di Palazzo Reale di Napoli.
Spazio alla musica al Napoli Teatro Festival mediante il ciclo 7 gradi – settimana di concerti. Tra le esibizioni quella degli Ars Nova, sestetto dalla vivacità musicale coinvolgente, incentrata molto sulle sonorità del sud.