Non solo mercato. A Castel di Sangro si lavora in vista del prossimo campionato e mister Gattuso, negli ultimi giorni, sta provando nuove soluzioni tattiche. Al collaudato 4-3-3 si è aggiunto anche il 4-2-3-1 ma ciò non significa che il Napoli cambierà struttura in maniera radicale. E ieri è stata data molta attenzione alla fase difensiva. E’ cambiata rispetto al passato anche la metodologia di allenamento. Gattuso ha ripristinato allenamenti a lunga intensità con la squadra che è rimasta in campo per più di due ore: il gruppo prova durante le sessioni le singole situazioni da sviluppare, sia in fase offensiva sia in fase difensiva. Con il miglioramento della fase di non possesso. Gattuso ha anche preso parte al torello con la squadra, e poi ha iniziato il test del 4-2-3-1, complimentandosi con la difesa che ha eseguito minuziosamente ogni sua indicazione e riuscendo, così, in 23 minuti di allenamento, a non prendere neppure un gol. C’è poi da considerare l’assenza dei nazionali e a tal proposito si è anche espresso il presidente Aurelio De Laurentiis: «Convocare le nazionali il 29 agosto, fino al 10 settembre, dopo questa stagione è una stupidata, una situazione infantile. Manca il rispetto. Se dobbiamo fare a cazzotti, facciamo a cazzotti una volta per tutte, bisogna dire al presidente dell’Uefa che non è all’altezza di ricoprire quel ruolo».