La prestazione in Europa League non è stata delle più esaltanti, anzi c’è chi ritiene che forse è stato il Napoli più brutto visto fino a questo momento, ma in alcuni casi va bene così, come si suol dire, conta il risultato. Come dovrà esserlo anche a Bologna, per dimenticare la brutta sconfitta casalinga con un Sassuolo rimaneggiato in campionato. Gattuso ha qualche certezza in meno rispetto all’inizio, ma la rosa è ampia e saprà trovare le giuste soluzioni per affrontare la squadra di Mihajlovic. Gattuso rilancia 6 elementi tenuti a riposo col Rijeka, più Osimhen dopo la squalifica. Alle spalle del nigeriano c’è il dubbio Mertens, reduce dai 90′ in Croazia: in caso di inizio dalla panchina l’alternativa potrebbe essere Zielinski o un Elmas più di contenimento. Rientra Insigne a sinistra mentre il secondo dubbio riguarda l’out destro con Politano che si gioca il posto con Lozano, subentrato solo nel finale col Rijeka. In mediana rientrano Bakayoko e Fabian, così come in difesa Manolas e Hysaj nella linea difensiva con Di Lorenzo e Koulibaly. Ospina tra i pali rappresenterebbe il settimo cambiamento. Rino Gattuso è ad un passo dal rinnovo di contratto. Accordo totale, manca solo la firma e l’annuncio ufficiale. La sosta potrebbe essere il momento propizio per il rinnovo di Gattuso. L’intesa è stata raggiunta senza l’inserimento di penali, s’attende solo che la palla passi agli avvocati per formalizzare il prolungamento fino al 2023.