L’attenzione alla prevenzione degli incidenti stradali è da sempre uno dei pilastri dell’attività istituzionale dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli. Il contrasto ai pirati della strada sia su 4 ruote che su due ruote occupa da sempre uno spazio rilevante in ogni servizio di controllo del territorio per evitare le tragedie. Ed è proprio partendo da questo principio che, dai primi giorni di gennaio di quest’anno fino ai primi di luglio, i carabinieri di Napoli hanno notificato complessivamente 25.934 violazioni, per sanzioni che vanno oltre gli 11 milioni di euro. Grande sforzo è diretto sulle “due ruote”, spesso condotte senza che le basilari norme di sicurezza siano rispettate: 300 i centauri sanzionati per guida senza casco, e oltre 300 i fermi amministrativi eseguiti. Non mancano le contravvenzioni per chi non ha sottoposto il proprio veicolo alla prescritta revisione. 1.783 le sanzioni applicate. Numerose le sanzioni per chi è stato sorpreso ad utilizzare il cellulare alla guida: 260 le persone “beccate” e punite con verbali salati. Sono invece 2.481 gli automobilisti e i motociclisti controllati e multati perché in circolazione su veicoli privi di copertura assicurativa. 477 i veicoli sottoposti a sequestro amministrativo, tra questi anche “furbetti” che hanno continuato a muoversi nonostante i loro mezzi fossero già gravati da provvedimenti che ne vietavano la circolazione. Importante anche il dato sulle sanzioni applicate a chi è stato sorpreso alla guida nonostante non avesse mai conseguito la patente: 876 le violazioni complessivamente elevate. 647 sono invece le persone trovate con la patente scaduta. I controlli saranno intensificati, specie in questo periodo di esodo estivo e di forte traffico veicolare.