Le Olimpiadi erano sicuramente tra gli eventi sportivi e non solo più attesi di questo 2020. Dopo giorni di trambusto sul destino della manifestazione, è arrivata la conferma che sono rinviate di un anno. All’iniziale sospiro di sollievo, è però ritornato il sentimento di instabilità e di incertezza che sta accompagnando queste settimane. Con la chiusura delle strutture sportive, gli atleti non sanno come continuare il loro percorso di preparazione alle prossime competizioni. Un problema non da poco soprattutto per chi si allena in acqua e quindi in piscina come il campione paralimpico di nuoto Vincenzo Boni