Il Ministro Boccia e il Rettore del Suor Orsola d’Alessandro rispondono con nettezza alla proposta del governatore leghista della Lombardia Attilio Fontana sul tema dei limiti al regionalismo differenziato. Per d’Alessandro “il regionalismo differenziato su temi come l’istruzione è un attentato alla cultura unitaria del Paese” e il Ministro Boccia garantisce: “l’Istruzione è nazionale su questo non si discute e siamo pronti al conflitto davanti alla Corte Costituzionale”.