Napoli si mobilita per celebrare «L’Infinito Leopardi». E tra dialoghi, incontri, pubblicazioni e nuove letture del genio recanatese che proprio all’ombra del Vesuvio – dove si spense il 14 giugno 1837, poco prima di diventare quarantenne – trascorse gli ultimi quattro anni della sua vita, proseguono così ed entrano nel vivo le celebrazioni nazionali per il bicentenario del celeberrimo Idillio del poeta recanatese, composto ad appena 21 anni.