Non è tardata ad arrivare la replica del ministro dell’Interno, che ha fatto sapere di voler continuare a indossare i “doni” ricevuti in questi mesi, ovvero “giacche, magliette, cappellini e distintivi dei Vigili del Fuoco e di tutte le Forze dell’Ordine”. Salvini ha spiegato di portare con orgoglio quei “doni che ripago con il mio lavoro quotidiano, con il rispetto e con provvedimenti concreti, come il piano di assunzioni straordinarie di 8.000 uomini e donne in divisa nei prossimi mesi”. Poi ha chiosato: “Indosso con orgoglio questi regali, per dimostrare la gratitudine mia e di tutti gli Italiani per il lavoro quotidiano delle Forze dell’Ordine, e continuerò a farlo”.