Si sentono abbandonati e con poche tutele i lavoratori marittimi precari, che mediante l’associazione “Marittimi per il futuro” hanno dato vita a numerose proteste nei luoghi simboli dell’attività in Campania, ultima in ordine di tempo a Napoli, nei pressi di Via De Gasperi, poco distante la sede dell’Inps. Le loro manifestazioni vogliono far presente il fatto che, a loro detta, ben cinquantamila marittimi precari in tutta Italia non abbiano ricevuti aiuti nei cosiddetti decreti per arginare la crisi economica scaturita dall’epidemia di covid-19.

nspol