San Gregorio Armeno è da sempre stata una delle arterie più affollate e pullulanti di vita. Vederla così, vuota e quasi silenziosa in uno scenario surreale fa male. La ripresa è lenta per tutti ma il cuore pulsante del borgo antico di Napoli sembra essere stato dimenticato dalle istituzioni. Da tempo i commercianti della zona hanno chiesto un incontro con il governatore della Campania De Luca per chiedere aiuti, per poter usufruire dei fondi Unesco che la Regione non ha ancora speso e che i negozianti ritengono possano servire alla causa visto che l’arte e la tradizione di San Gregorio fa parte dei beni immateriali come ci spiega Gabriele Casillo Associazione Corpo di Napoli. E’ da gennaio scorso che San Gregorio Armeno appare deserta e priva di vita ed i commercianti sono allo stremo come il maestro presepaio Genny Di Virgilio