Al Palazzo delle Arti di Napoli arriva La pietà della luce, mostra personale dell’artista Ettore Frani che per la prima volta approda a Napoli con una raffinata selezione di opere, in prevalenza inedite, appartenenti all’ultimo ciclo pittorico. Dall’esposizione emerge la ricchezza della ricerca artistica di Frani proponendo una sintesi approfondita dei temi nodali che da sempre accompagnano il suo linguaggio: la tensione spirituale dell’uomo, la sacralità della natura, l’elemento della luce come momento ierofanico. L’artista, attraverso i suoi intensi chiaroscuri, sembra qui voler instaurare un intimo dialogo con la luce e lo spirito di Napoli mettendo “in scena immagini avvolte da un segreto, da un’aura di mistero”. La mostra è promossa dall’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli ed è stata realizzata su progetto espositivo di Paola Feraiorni e Ettore Frani, con la collaborazione di Andrea Dall’Asta.

Ed è proprio la luce, cifra fondante presente in tutte le sue opere, che sembra ora avvolgere il mondo di un nuovo mistero e giungere a noi come un appello dell’oltre. Dai volti e dagli oggetti rappresentati traspare una luminosità intima e primigenia che lo sguardo dell’artista riesce magistralmente a cogliere attraverso i suoi dipinti, restituendo ciò che da  sempre è davanti ai nostri occhi: la luce impermanente delle cose.