Non solo repressione ma soprattutto una opera culturale e sociale. Così il viceministro dell’interno, Matteo Mauri, è intervenuto durante la sua visita a Napoli nella quale ha presieduto un vertice di sicurezza nella prefettura cittadina. Il viceministro ha annunciato inoltre l’arrivo, in un tempo da febbraio ad aprile, di cento agenti di polizia in più, e ha ricordato il recente arrivo di 140 carabinieri, ne giungeranno altri 190 mentre a regime la polizia avrà 300 agenti in più. Il viceministro ha preso parte a una riunione del Sindacato Unitario Giornalisti della Campania in merito all’Osservatorio dei giornalisti minacciati, per rendersi conto di quanto sta accadendo in particolar modo nelle province di Napoli e Caserta ma non solo.