[vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text]Si comincia da dove si era finito con il sacrificio e con i gol. Il sacrificio di chi dopo un mese e passa di vacanza si ritrova ora in ritiro a Dimaro, fresco, riposato e con la consapevolezza che ce ne è di strada da fare per essere i migliori, con il goal, quello di Dries Mertens che apre così il suo ritiro nella partitella in famiglia non perdendo il vizio di gonfiare la rete. Il primo giorno è quello utile a riambientarsi ad un ambiente che ormai da sette anni è familiare ai colori azzurri.
Prima sessione di allenamento della squadra azzurra in Val di Sole. Ad infiammare i tifosi presenti sulla tribuna dello Stadio di Carciato è stato Hamsik, al decimo anno in maglia azzurra, con una splendida conclusione al volo che si è stampata sulla traversa. E’ poi Mertens a raccogliere gli applausi rubando il pallone al limite dell’area e battendo l’incolpevole Reina. A completare il bottino della squadra in maglia nera ci ha poi pensato Allan, sceso in campo con un nuovo look.
Sotto gli occhi di Maurizio Sarri e del direttore sportivo Cristiano Giuntoli gli azzurri hanno svolto così il primo allenamento con una temperatura ideale grazie anche all’acquazzone che in precedenza aveva rinfrescato la valle. Nessun problema per il terreno di gioco.
In campo anche il volto nuovo Adam Ounas assieme a Duvan Zapata al rientro a Napoli dopo il prestito biennale con l’Udinese. Lo start è avvenuto con i classici giri di campo, poi il gruppo si è dedicato al lavoro tecnico e atletico. Massima attenzione alla difesa a cui Sarri tiene tantissimo.
Ma se ieri è servito a prendere dimestichezza col pallone oggi si fa sul serio con un doppio turno di allenamento. Mentre continuano le trattative in gran segreto per far arrivare a Dimaro il più presto possibile qualche rinforzo per il tecnico toscano.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_video link=”https://www.youtube.com/watch?v=ytH9jQc57P0&feature=youtu.be”][/vc_column][/vc_row]