Diritti, inclusione e ambiente sono le parole d’ordine del Cinemare Vico 2020, la rassegna cinematografica che illuminerà la Marina di Vico dal 26 al 31 agosto.

Capolavori del cinema come Parasite, Ponyo sulla scogliera, Sulla mia pelle, Tutto il mio folle amore, Pride e Bangla saranno per la prima volta visibili da un comodo lettino da spiaggia.

Il giovane regista Phaim Bhuyian sarà presente alla proiezione del suo film e risponderà alle domande degli spettatori. Amnesty international parlerà dei diritti umani violati prima della proiezione del film su Stefano Cucchi. Il maestro di strada e già sottosegretario all’istruzione Marco Rossi Doria parlerà di scuola e diseguaglianze prima del film coreano vincitore di 4 Oscar, Parasite. Uno psicologo e la mamma di un ragazzo autistico parleranno di autismo al margine della storia vera di Tutto il mio folle amore di Salvatores. Diritti e omosessualità per il film Pride, sui movimenti LGBT ai tempi della Tatcher. In apertura della rassegna un cartone che si fa arte, Ponyi, capolavoro di Miyazaki.

Tutto nel massimo rispetto dei protocolli anti-Covid, senza file, grazie alla prenotazione obbligatoria, e con distanze di sicurezza raddoppiate per una fruizione più serena per tutti.