I “servitori infedeli” dello Stato e le soffiate ai boss della camorra

È uno dei capitoli più amari dell’inchiesta che ha di recente condotto in cella oltre 140 presunti affiliati alla camorra di Secondigliano. È il filone investigativo sulle fughe di notizie, sui servitori dello Stato bollati come infedeli, sulle coperture istituzionali.