Uno dei cinque licenziati dello stabilimento Fiat di Pomigliano d’Arco, Mimmo Mignano, è salito sul tetto del Campanile della Basilica della Madonna del Carmine a Napoli, accompagnato da un collega. Un gesto di protesta, il suo, nei riguardi di una norma della legge sul cosiddetto reddito di cittadinanza, che escluderebbe numerosi operai che negli ultimi due anni hanno perso il lavoro. A dargli manforte anche gli altri operai con lui licenziati. Al centro delle rivendicazioni anche le ragioni del licenziamento, avvenuto, secondo il manifestante, per motivi politici. In piazza anche le rivendicazioni di alcuni operai della ditta Bruscino Ambiente di San Vitaliano, nella fattispecie tre dipendenti licenziati, che hanno sostenuto gli operai FCA, uno di loro ha parlato ai nostri microfoni.