Un evento che sia non la celebrazione di un avvenimento lieto, né tantomeno di un risultato raggiunto, ma di un anno intero di militanza per quella che attualmente è forse la più grande lotta operaia del territorio di Napoli nel XXI secolo. Domenica 31 maggio sarà un anno da quando la multinazionale proprietaria della Whirlpool ha annunciato l’intenzione di smobilitare l’impianto di Napoli, un anno dall’inizio della dura battaglia di operai e lavoratori di via Argine, che sono riusciti a coinvolgere nel loro grido di dolore l’intera cittadinanza e le istituzioni.