“La sfida dell’Italia è uscire dallo status di periferia d’Europa e tornare ad essere centrale, perché l’Europa è un volano per la nostra economia e per la politica”. Lo ha detto il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, che a Napoli ha chiuso il roadshow in vista delle prossime elezioni europee. Ha toccato tutte e cinque le circoscrizioni elettorali finendo con quella del Sud, per le regioni Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria.

Nel corso degli incontri capitanati dal presidente Vincenzo Boccia è stato presentato ai candidati alle elezioni europee il documento “Riforme per l’Europa: le proposte delle imprese” contenente proposte che indicano non solo cosa l’Europa dovrebbe fare per tornare a crescere ed essere competitiva sulla scena globale ma individuando concretamente anche come e con quali risorse. L’obiettivo deve essere creare crescita, occupazione e benessere per i cittadini.

Tra i temi che hanno animato i vivaci dibattiti in tutto il Paese troviamo la rivoluzione digitale, i cambiamenti climatici, i flussi migratori e i nuovi equilibri geopolitici mondiali che rappresentano sfide senza precedenti, che rendono urgente e necessario un profondo ripensamento delle regole e degli strumenti su cui l’Unione si è finora basata.