I finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Napoli hanno sequestrato nel Comune di Carinola, in provincia di Caserta, oltre 800 litri di gasolio di contrabbando pronto per essere venduto in totale evasione d’imposta. I finanzieri di Napoli hanno notato e seguito un furgone, tipo scuolabus, che da Napoli, si dirigeva verso Caserta. Il mezzo viaggiava in sovraccarico nonostante a bordo vi fosse solo il conducente. Per questo motivo i finanzieri hanno seguito lo scuolabus fino a un cortile nella frazione Nocelleto di Carinola. In quest’ area il conducente del mezzo allestiva una vera e propria stazione di rifornimento abusiva di carburante di contrabbando con tanto di pistola erogatrice e “conta litri” professionale. Intervenuti, i militari hanno rinvenuto all’interno del furgoncino una cisterna metallica della capacità di circa 1.000 litri, piena di gasolio. Per il distributore “ambulante” di carburanti è scattato il sequestro, mentre per l’autista del furgoncino e un acquirente la denuncia per contrabbando. Dall’analisi del contatore di litri è inoltre emerso, secondo l’accusa, che la pistola erogatrice aveva già effettuato rifornimenti di gasolio di contrabbando per diverse migliaia di litri per un’evasione pari ad oltre mezzo milione di euro.