Una societa’ fiduciaria con sede nel centro di Milano e’ stata sequestrata dalla Guardia di Finanza di Napoli ai tre fratelli Pellini, imprenditori di Acerra. La societa’ era intestata alle rispettive moglie e disponeva di un patrimonio di 2,2 milioni di euro in contanti e titoli di Stato. I tre imprenditori erano gia’ stati condannati nel febbraio scorso per reati ambientali ed ai loro danni erano gia’ stati sequestrati beni per 200 milioni di euro. Il sequestro patrimoniale della societa’ fiduciaria, vera e propria “cassaforte di famiglia” e’ stato eseguito anche alla luce dell’ anomala irrisoria quantita’ di liquidita’ sui conti correnti dei Pennino emersa nel corso delle indagini da parte delle Fiamme Gialle.