Un altro modo di passare il ferragosto, tutelando il mare. I ragazzi del Corpo Europeo di Solidarietà stanno partecipando in questi mesi a un progetto per tutelare il mare, nello specifico la baia di Ieranto.  L’attività, che vede protagonisti ragazzi provenienti da tantissimi paesi, , è stata finanziata dall’Agenzia Nazionale Giovani. I ragazzi fermano le barche che entrano in baia spiegando che è una zona protetta ed è vietato ancorare. Nel frattempo puliscono la baia dai rifiuti che le correnti portano dentro e sporcano questo paradiso terrestre.  Non è sempre facile convincere i proprietari dei natanti, ma quando vedono arrivare ragazzi in Kajak che chiedono con gentilezza di non rovinare la natura spesso vanno via ringraziando