Due collaboratori scolastici originari della provincia di Salerno sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza di Arezzo per aver prodotto un diploma falso, inoltre le due stesse persone avevano dichiarato di aver prestato servizio in istituti scolastici inesistenti e non coperti dai contributi previdenziali. E’ un nuovo capitolo in merito ad alcuni bidelli, originari del Salernitano, che avrebbero inserito dichiarazioni false nelle graduatorie di terza fascia 2018/2021 in alcune regioni italiane come Lazio, Lombardia, Veneto e appunto Toscana. Alcuni avrebbero segnato nel proprio corso lavorativo scuole paritarie “inesistenti” nel comune di Castel San Giorgio, mai presenti negli elenchi regionali delle scuole autorizzate a essere definiti paritarie. Venti i collaboratori scolastici presenti nelle graduatorie indagati da fine settembre, dalle Procura di Padova, Venezia, Vicenza e Verona a seguito di numerose segnalazioni giunte al Ministero dell’Istruzione per verificare i diplomi, ottenuti con il massimo dei voti, presentati nell’ambito della certificazione per le graduatorie di terza fascia.